Torna alla Home
SPECIALE

DIALOGO INTERRELIGIOSO

"...Da quel punto innanzi il Soldano l'udiva volentieri,
e pregollo che spesse volte tornasse a lui,
concedendo liberamente a lui e a' compagni
ch' eglino potessono predicare dovunque e' piacesse a loro.
E diede loro un segnale, per lo quale egli non
potessono essere offesi da persona..."
		[Fonti Francescane, "I Fioretti" 1855]
Quadro S.Francesco e il Sultano Sullo slancio dell’opera di Francesco e di quanto realizzato da Giovanni Paolo II, e seguendo la strada tracciata, nel segno della continuità, da Benedetto XVI, la Commissione JPV vuole sviluppare il dialogo interreligioso andando oltre ogni steccato ideologico, attraverso la giovialità e la convivialità.


Organizzata dalla Commissione Giustizia e Pace dell’Ordine Francescano Secolare

UNITA' CRISTIANI ALLA BASILICA DI S. ANTONIO

Organizzata dalla Commissione Giustizia e Pace dell’Ordine Francescano Secolare

In occasione della ‘Settimana di Preghiera per l’unità dei Cristiani’, celebrata a livello mondiale dal 18 al 25 gennaio in base al tema stabilito in modo congiunto dal Consiglio Ecumenico delle Chiese e dal Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani, presso la Basilica S.Antonio di Padova in Afragola ha avuto luogo un incontro di preghiera interconfessionale. Sono inyervenuti P. SIMEONE, Parroco Rumeno-Ortodosso, la signora ELISABETTA KALAMPOUKA, Assistente per l’Ecumenismo della Chiesa Greco-Ortodossa, il Rev. PETER BLACKBURN della Chiesa Anglicana, il Pastore GIUSEPPE VERRILLO della Chiesa Apostolica Italiana e della Chiesa Libera di Volla, il Pastore NINO PLANO della Chiesa Avventista del Settimo Giorno. La Chiesa Cattolica è stata rappresentata dal parroco della Basilica P.Mario Folliero ofm. Quest’ultimo, nel porgere il saluto agli intervenuti, ha ricordato che quest’anno celebriamo il centenario della Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani, in quanto l’ottavario venne celebrato per la prima volta dal 18 al 25 gennaio del 1908, ad opera di P. Paul Wattson, un ministro Episcopaliano (cioè un Anglicano degli USA), che vedeva l’unità come il ritorno della varie Chiese a quella Cattolica di Roma. Con l’abate Paul Couturier di Lione, verso la metà del 1930 si è cominciato a pregare per l’unità di tutti i cristiani ed è quindi cambiata la prospettiva della spiritualità ecumenica. Dal 1966 la Settimana di Preghiera è stata realizzata nella collaborazione tra il Consiglio Ecumenico della Chiese (Commissione di Fede e Costituzione) e la Chiesa Cattolica (l’allora Segretariato per l’Unità dei Cristiani); nel 1968 per la prima volta viene distribuito il materiale per la Settimana di Preghiera. Il materiale di quest’anno è stato preparato da un gruppo misto della Chiesa Cattolica e della Commissione ‘ Fede e Costituzione’ che si è riunito a New York. P.Mario Folliero ha pure illustrato brevemente il tema di quest’anno “Pregate incessantemente” tratto dalla Prima Lettera ai Tessalonicesi di San Paolo Apostolo (cap.5, vers. 17), che vuole sottolineare l’importanza della preghiera per i discepoli del Cristo, per la crescita della comunità cristiana. Solo con la preghiera i cristiani possono manifestare l’unità che già hanno ricevuto dal Cristo con il battesimo. La preghiera è il fondamento dell’ecumenismo spirituale, rende i cristiani consapevoli che l’unità è un dono gratuito del Cristo, dono della fantasia dello Spirito Santo, che verrà concesso quando Dio vorrà e come vorrà. Solo la preghiera dà significato a tutti i nostri sforzi ed impegni per manifestare l’unità, anche nella testimonianza comune e nel servizio alla società, affinché essa si apra sempre più alla novità del Regno di Dio. La preghiera ecumenica si è svolta secondo lo schema ufficiale di quest’anno, con l’intervento dei vari rappresentanti delle Chiese e Comunità Cristiane presenti e con un momento di simbolismo, per esprimere il rapporto tra la luce di Cristo che proviene dal mistero della Resurrezione e l’unità dei cristiani. I vari rappresentanti hanno acceso una candela dal cero pasquale ed alcuni membri della comunità parrocchiale della basilica di S.Antonio hanno acceso il loro lume dalla candela dei rappresentanti cristiani per esprimere l’impegno di tutti a vivere la fraternità e la spiritualità ecumenica. I canti, tratti dal repertorio francescano, sono stati animati dal coro polifonico della Basilica diretto dal Maestro Pasquale Castaldo. La riflessione biblica è stata tenuta dal Pastore Giuseppe Verrillo, che ha rilevato come la preghiera sia la grande assente dalla cristianità occidentale, mentre invece è fortemente sentita dalle altre religioni. Partendo da un accenno di analisi terminologica il Past. Verrillo ha sottolineato come per S.Paolo la preghiera non dev’essere legata alle nostre esigenze, e non legata neppure alla durata cronologica, ma alla continua predisposizione verso di essa, perché la preghiera è un tendere verso Dio, è un orientamento vitale a Dio. La preghiera riguarda tutte le fasce di età: i bambini con la preghiera si formano all’altruismo, gli adulti maturano nella saggezza, gli anziani trovano la compagnia di Colui che non li abbandona mai. Egli ha concluso sottolineando che il Cristianesimo contemporaneo deve riappropriarsi del dono della preghiera, unico alimento della propria fede in Dio. Nonostante il freddo rigido della giornata all’incontro ecumenico c’è stata una buona e attenta partecipazione . La comunità della Basilica ha completato l’iniziativa ecumenica con un momento di fraternità con i rappresentanti delle Comunità cristiane, perchè l’ecumenismo si costruisce anche con i semplici rapporti fraterni ed amicale, come pure attraverso l’impegno comune per la solidarietà e per la rinascita delle nostre città della Campania, sempre più umiliate e ferite. La testimonianza ecumenica dei cristiani vuole essere un seme di speranza per una società, affinchè prevalga la pace, la giustizia , il rispetto reciproco ed il vero senso civico che scaturisce da un profondo e rinnovato umanesimo.

 ALTRI LINK
Giornata di Preghiera Ecumenica
SPIRITO DI ASSISI
SPIRITO DI ASSISI
TUTTE LE NOTIZIE


Torna alla Home Page
RICERCA NOTIZIE
TERMINE DA RICERCARE

AREA ISCRITTI
USERNAME
PASSWORD
registrati
SACCO-FORUM

                          ENTRA
                          NEL SACCO
                          E LASCIA
                          LA TUA
                          OPINIONE!
STATISTICHE
CONTATTI: 1007150
UTENTI ON-LINE: 6
REGISTRATI ON-LINE: 0
Siti Cattolici Italiani
JPV - JUSTITIA PAX ET VITA
Commissione Giustizia, Pace e Integrità del Creato
Presso Convento S.Antonio - viale S.Antonio, 56 - 80021 Afragola (NA)